Perché Rinnovare un Albergo

Il panorama alberghiero italiano è caratterizzato da strutture stagionali realizzate tra gli anni ’60 e ’70, con tutti i limiti che realtà di questo tipo hanno. Un esperto può dare il consiglio giusto per realizzare miglioramenti notevoli, non solo senza mandare in rovina l’albergatore, ma facendolo risparmiare

Ristrutturare un albergo vuol dire offrire un valore aggiunto a chi vi soggiornerà, creando in loro una sensazione positiva che incentiverà l’afflusso di altri clienti.

Perché rinnovare il proprio hotel

Tutti gli alberghi, come è facile intuire, si rendono protagonisti di un ciclo per cui, dall’apertura al momento di maggiore visibilità, si arriva alla decadenza progressiva, qualora non si decida di intervenire per rinnovare.
Se consideriamo poi che con l’arrivo continuo di visitatori strutture e mobilio sono evidentemente sottoposte a usura, ci rendiamo conto che una ristrutturazione periodica sia inevitabile per gli albergatori. (Qui il testo ufficiale dell’articolo sul credito d’imposta per le strutture ricettive)

Prima di effettuare qualsiasi intervento si deve aver chiaro qual è il proprio obiettivo: semplice restyling per mantenere lo stesso livello di offerta, un ampliamento della capacità ricettiva, un innalzamento della qualità ospitale o la conquista di nuovi segmenti di clientela?

In base a questi obiettivi si dovrà definire il budget, le aree di intervento, i tempi e le priorità.Fra le priorità di una ristrutturazione alberghiera l’insegna dell’hotel gioca un ruolo strategico, così come la segnaletica esterna ed interna.La segnaletica fa parte dell’immagine coordinata dell’hotel, quindi deve seguire la linea grafica che si stabilisce a partire dallo studio del logo.

Vuoi condividere con noi il tuo progetto di ristrutturazione?

Contattaci per una consulenza